Il Codice di Comportamento dell’Atleta

RICORDATI CHE CON OGNI TUO COMPORTAMENTO RAPPRESENTI LA SOCIETA’ SPORTIVA

La puntualità agli allenamenti è doverosa sia per il rispetto all’allenatore che nei confronti dei tuoi compagni. Arriva sempre 10 minuti prima dell’inizio dell’allenamento durante la settimana, un’ora prima dell’inizio della partita per le gare in casa ed arriva puntuale al punto di ritrovo stabilito per le partite in trasferta.

Organizza per tempo i tuoi impegni scolastici e conciliali con quelli del basket. Conosci sempre i tuoi impegni sul campo da basket e pertanto puoi programmare in maniera ottimale il tuo tempo. Se i tuoi genitori ci segnaleranno dei risultati scolastici non sufficienti potremmo essere costretti a farti interrompere la tua attività sportiva.

Sono fortemente sconsigliate attività extra sportive che comportino assenze ad allenamenti o partite costituendo mancanza di rispetto nei confronti di tutta la squadra. Assenze ripetute costringeranno la Società a prendere provvedimenti.

Hai il dovere di seguire con attenzione le direttive del tecnico e dovrai adattarti alle disposizioni impartite.

Le esigenze del gruppo sono prioritarie rispetto a quelle individuali. Cerca di interagire con tutti i componenti del gruppo nessuno escluso, assumiti sempre le tue responsabilità e soprattutto non scaricarle sui tuoi compagni.

Non devi per nessun motivo esprimere giudizi negativi sui tuoi compagni, sul tecnico e sui responsabili della società.

Le nuove tecnologie di comunicazione (Facebook, Twitter, forum etc.) consentono di esprimere le proprie legittime opinioni ma anche, purtroppo, di dare sfogo a sentimenti negativi che a volte possono sfociare in gravi offese. Ricordati, pertanto, di non utilizzare questi mezzi per sfogare malumori, riportare critiche e non rispettare gli avversari.

L’uso del telefono cellulare deve essere limitato; è obbligatorio disattivarlo sul campo  e nello spogliatoio.

Ricordati che sei un atleta e quindi conduci una vita adeguata ad uno sportivo.

Durante la partita massima lealtà con i compagni e con gli avversari, accetta con serenità le decisioni arbitrali e non polemizzare con il pubblico.